Accueil du site - Contact

Nasce Peace Tv, un canale satellitare su iniziativa dell’ Iraqi Freedom Congress.

Nasce Peace Tv, un canale satellitare su iniziativa dell’ Iraqi Freedom Congress. Questo il loro manifesto, che è anche un appello alla solidarietà

Per la libertà, la pace e i diritti umani nel mondo intero

La legge e l’ordine non esistono in Iraq. L’occupazione ha praticamente distrutto tutto, i suoi crimini senza sosta stanno per far piombare la nazione intera nel buio più completo.

Le milizie soggiogano e torturano degli innocenti perché non appartengono alla stessa religione o etnia dei loro carnefici, o le donne perché rifiutano di sottomettersi.

Altri gruppi, e per i loro interessi, incitano la gente all’odio religioso, etnico o settario. Insegnano ai bambini a dilaniarsi tra loro...incoraggiano gli adulti ad assassinare i loro stessi vicini. A Kirkuk, in alcune scuole, si separano gli studenti e li si mettono in classi divisi per la loro etnia, a seconda che siano arabi, curdi o turcomanni.

A Bassora, Masul, Nassirya e Umara, i cristiani e i sabeni sono mostrati a dito e si offende la loro dignità. I giovani non hanno altra scelta che vendersi per 1200 dollari allo scopo di sopperire ai bisogni delle loro famiglie che non hanno lavoro a causa dell’alto tasso di disoccupazione. Bambini vengono adescati per vendere i loro organi a trafficanti internazionali. Scacciati dalle loro case, dai loro genitori , a causa della povertà. Spinti alla prostituzione che è il loro solo modo di sopravvivere alla fame.

Per restituire umanità agli iracheni....

Per riscoprire la vita nella società.....

Per fermare la distruzione e la barbarie...

Per mettere fine all’incitamento all’odio che ha per scopo lo sterminio del genere umano attraverso la guerra civile....

Sostenete Peace TV, il canale satellitare dell’Iraqi Freedom Congress

Per educare la popolazione irachena...Per liberersi da un odio etnico e settaro...Per impedire una guerra civile sanguinosa che farebbe migliaia di vittime innocenti....

Peace Tv è anch’essa una tappa importante per la liberazione dell’umanità in Iraq

(traduzione dalla versione francese apparsa su Solidarité Iraq)

Traductions
English
Italiano
Deutsch
Castellano
Other
Português

Thèmes
Situation sociale
Mouvement social
Femmes
Laïcité
Vie de l’asso
Résistances
Moyen Orient
Occupation
Analyses
Réfugié-es
Actions
Témoignage
Photo
Prisons
International
Minorités sexuelles

Auteurs
Fédération des conseils ouvriers et syndicats en Irak
Congrès des libertés en Irak
Solidarité internationale
Parti communiste-ouvrier d’Irak
Fédération internationale des réfugiés irakiens
Yanar Mohammed
Solidarité Irak
Nicolas Dessaux
Houzan Mahmoud
Stéphane Julien
Olivier Théo
Falah Alwan
Bill Weinberg
Organisation pour la liberté des femmes en Irak
Mansoor Hekmat
Azar Majedi
SUD Education
Camille Boudjak
Parti communiste-ouvrier du Kurdistan
Karim Landais
Muayad Ahmed
Richard Greeman
Tewfik Allal
Alexandre de Lyon
Fédération irakienne des syndicats du pétrole
Yves Coleman
Olivier Delbeke
Regroupement révolutionnaire caennais
Vincent Présumey

Dernières nouvelles
- The Network of Anti-Trafficking in women had held the ninth conference in Dhi Qar in Commerce Hall in Nasria province.(OWFI - 9 août 2017)
- OWFI’s staff distributing the first deliveries from the food bags on women and children in the Eastern side of Mosul(OWFI - 9 août 2017)
- OWFI’s reception center in the front lines of Rubida village(OWFI - 9 août 2017)
- OWFI staff distribute flour bags(OWFI - 9 août 2017)
- OWFI refused the Women of Courage Award from the Department of Foreign Affairs of the US(OWFI - 9 août 2017)
- March 8th : A day in opposition against the genocide on the people of Mosul(OWFI - 9 août 2017)
- Important New Support for OWFI’s Work from European Funders(OWFI - 12 février 2017)
- Bread Baking Stoves and Supplies Empower Women in IDP Camp to Feed and Support Many Others(OWFI - 12 février 2017)